(Kevin Frayer/Getty Images)
  • cit
  • mercoledì 8 Gennaio 2020

La prima nascita di Calliope Stephanides

Come inizia "Middlesex", il romanzo di Jeffrey Eugenides che vinse il Pulitzer per la narrativa nel 2003

(Kevin Frayer/Getty Images)

«Sono nato due volte: bambina, la prima, un giorno di gennaio del 1960 in una Detroit straordinariamente priva di smog, e maschio adolescente, la seconda, nell’agosto 1974, al pronto soccorso di Petoskey, nel Michigan. Non è impossibile che un lettore specializzato abbia letto notizie sul mio conto nello studio del dottor Luce, Gender Identity in 5-Alpha-Reductase Pseudohermaphrodites pubblicato nel 1975 dal “Journal of Pedriatic Endocrinology”. Oppure potreste aver visto la mia fotografia pubblicata nel capito sedici di Genetics and Eredity, un testo ormai tristemente obsoleto. Sono io la ragazza nuda in piedi a pagina 578, gli occhi nascosti da una striscia nera.
All’anagrafe sono registrata come Calliope Helen Stephanides. Nella mia patente di guida più recente (rilasciata dalla Repubblica Federale Tedesca) il mio nome è Cal.»

L’incipit di Middlesex di Jeffrey Eugenides, pubblicato negli Stati Uniti nel 2002 e uscito in Italia per Mondadori nel 2003, nella traduzione di Katia Bagnoli

Il romanzo vinse il premio Pulitzer per la narrativa nel 2003 ed è considerato da molti critici un esempio recente di “grande romanzo americano”, cioè in grado di rappresentare il carattere americano e diventare un classico (ne sono un esempio Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald come Le correzioni di Jonathan Franzen). Dalla pubblicazione ha venduto più di 4 milioni di copie in tutto il mondo.

Racconta la storia di Calliope Stephanides, nata a Detroit l’8 gennaio del 1960 in una famiglia di discendenza greca, cresciuta come una bambina e che solo da adolescente scoprì di essere uno pseudoermafrodito. Oltre che un libro molto contemporaneo sulla ricerca di identità, è anche una saga familiare – si apre con la giovinezza dei nonni greci scappati dalla Turchia – un ritratto della comunità greca di Detroit e la narrazione di un pezzo di storia americana dal punto di vista di una sua minoranza.

Eugenides è uno scrittore americano nato nel 1960 a Detroit da padre greco e madre anglo-irlandese. Ha scritto racconti brevi, saggi e tre romanzi: oltre a Middlesex, Le vergini suicide (1993) da cui Sofia Coppola trasse il film Il giardino delle vergini suicide, e La trama del matrimonio (2011).

Tutte le Cit. del Post