• Media
  • martedì 7 gennaio 2020

Facebook rimuoverà i “deepfake”, cioè i video manipolati con l’intelligenza artificiale

Lunedì Facebook ha annunciato che d’ora in poi rimuoverà i video cosiddetti “deepfake”, cioè quelli manipolati attraverso l’intelligenza artificiale, e in generale tutti i contenuti modificati in modo ingannevole per diffondere notizie false. Non saranno invece rimossi i video dove la manipolazione è evidente e realizzata con intento satirico o parodico. La nuova strategia, ha spiegato Facebook sul suo blog, è accompagnata dagli sforzi per rintracciare e fermare gli autori dei deepfake: il mese scorso, per esempio, aveva identificato e rimosso un gruppo di account che usavano l’intelligenza artificiale per produrre foto ingannevoli.

Reuters ha scritto che le nuove regole sono state approvate per limitare il diffondersi di notizie false durante la campagna elettorale statunitense, che si concluderà con le elezioni presidenziali, il 3 novembre del 2020.

Leggi anche: Sentirete parlare dei video “deepfake”

(AP Photo/dapd, Joerg Koch)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.