• Mondo
  • giovedì 2 Gennaio 2020

Il Giappone ha emesso un mandato di cattura internazionale per Carlos Ghosn, l’ex capo di Nissan

Il Libano ha ricevuto una red notice dall’Interpol, in seguito a un mandato di cattura internazionale emesso dal Giappone per Carlos Ghosn, ex capo di Nissan e Renault scappato nei giorni scorsi dal Giappone, dove era detenuto in libertà vigilata in attesa di essere processato per le accuse di aver deliberatamente sottostimato i propri compensi nei report alle autorità di borsa e di aver utilizzato beni aziendali a fini personali quando era a capo di Nissan. La red notice dell’Interpol è una richiesta di localizzare, arrestare ed estradare un criminale o sospetto tale, e può essere eseguita solo su richiesta delle polizie degli stati membri e, in alcuni casi, dell’ONU o di un tribunale internazionale.

Un funzionario delle forze di sicurezza del Libano ha detto a Reuters che non è ancora chiaro se Ghosn sarà convocato per essere interrogato, ma ha aggiunto che il Libano non concede l’estradizione dei suoi cittadini (Ghosn ha cittadinanza libanese, francese e brasiliana). Giovedì intanto la polizia turca ha arrestato sette persone con l’accusa di aver favorito il transito di Ghosn attraverso il suo paese, nella sua fuga dal Giappone avvenuta con due aerei, uno fino a Istanbul e un altro fino a Beirut.

Carlos Ghosn (Harold Cunningham/Getty Images)