Il nuovo ministro dell'Università e Ricerca, Gaetano Manfredi (ANSA / MATTEO BAZZI)

Giuseppe Conte ha annunciato i nuovi ministri dell’Istruzione

Sono Lucia Azzolina, con delega alla Scuola, e Gaetano Manfredi, con delega alla Ricerca

Il nuovo ministro dell'Università e Ricerca, Gaetano Manfredi (ANSA / MATTEO BAZZI)

Nella conferenza stampa di fine anno, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato chi sostituirà il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, che si era dimesso giovedì.

Conte ha detto che il ministero dell’Istruzione sarà diviso in due: ci sarà un nuovo ministro dell’Istruzione con delega alla scuola, e un ministro apposito per la Ricerca e l’Università. La nuova ministra dell’Istruzione (e della Scuola) sarà l’attuale sottosegretaria Lucia Azzolina, che appartiene al Movimento 5 Stelle, mentre il nuovo ministro alla Ricerca sarà Gaetano Manfredi, ingegnere e attuale rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Azzolina ha 37 anni e prima di entrare in politica insegnava alle scuole superiori ed era attiva nel sindacato ANIEF. È entrata in Parlamento nel 2018 col Movimento 5 Stelle. Nei giorni scorsi Azzolina è stata al centro di una piccola polemica perché in estate ha partecipato a un concorso per diventare dirigente scolastico, con un potenziale conflitto di interessi perché all’epoca era deputata e membro della Commissione Cultura e Ricerca.

Manfredi ha 55 anni ed è rettore dell’università degli Studi di Napoli dal 2014. In precedenza aveva insegnato per molti anni nella stessa università Tecnica delle costruzioni. Al momento Manfredi è anche presidente della CRUI, la Conferenza dei Rettori delle Università italiane.