• Mondo
  • venerdì 27 Dicembre 2019

Un aereo con 98 persone a bordo è precipitato in Kazakistan

Poco dopo il decollo dall'aeroporto di Almaty: ci sono almeno 12 morti

Venerdì mattina, un aereo con 98 persone a bordo è precipitato poco dopo il decollo dall’aeroporto di Almaty, in Kazakistan: ci sono almeno 12 morti, mentre 54 persone sono state trasportate in ospedale. Le stime iniziali, che parlavano di almeno 15 morti e di 60 feriti, sono state riviste dal ministro dell’Interno in un secondo momento. L’aereo, della compagnia aerea Bek Air, operava il volo Z92100 ed era diretto verso la capitale Nursultan. A bordo c’erano 93 passeggeri (tra cui 5 bambini e tre neonati) e 5 membri dell’equipaggio.

Le cause dell’incidente non sono ancora state chiarite. Un giornalista di Reuters arrivato sul posto poco dopo l’incidente ha detto che c’era molta nebbia, ma non ci sono conferme che sia stata questa a creare problemi all’aereo. L’incidente è avvenuto in fase di decollo, intorno alle 7.22 ora locale (le 2.22 di venerdì mattina in Italia): l’aereo ha perso quota rapidamente, ha toccato una recinzione di cemento e si è schiantato contro un edificio di due piani poco lontano dall’aeroporto. Molti dei passeggeri sono riusciti a scendere dall’aereo autonomamente e sono stati poi trasportati in ospedale.

(Ministero delle Emergenze della Repubblica del Kazakistan via AP)