• Mondo
  • sabato 7 Dicembre 2019

È morta la donna indiana a cui era stato dato fuoco mentre andava a testimoniare contro due uomini che aveva accusato di violenza sessuale

È morta la donna indiana di 23 anni a cui giovedì era stato dato fuoco mentre andava a testimoniare contro due uomini che aveva accusato di violenza sessuale. L’attacco era avvenuto nel distretto indiano di Unnao, nello stato dello Uttar Pradesh, e cinque uomini – tra cui i due che la donna aveva accusato di stupro – erano poi stati arrestati per aver partecipato all’attacco.

Solo una settimana prima, nel sud dell’India si era verificato un episodio simile. Una donna di 27 anni della città di Hyderabad era stata stuprata e poi i suoi assalitori le avevano dato fuoco, uccidendola. I resti della donna erano stati trovati solo giorni dopo.

Una manifestazione contro le violenze sessuali a Calcutta, in India (AP Photo/Bikas Das)