• Cultura
  • domenica 17 novembre 2019

È morto il fotografo Terry O’Neill, famoso per i ritratti di celebrità e per le foto alla Londra degli anni Sessanta

È morto sabato sera a Londra il famoso fotografo britannico Terry O’Neill, noto soprattutto per come raccontò l’ambiente culturale della Londra degli anni Sessanta e per i suoi ritratti di celebrità come Frank Sinatra, David Bowie ed Elizabeth Taylor. Aveva 81 anni e da tempo aveva un tumore alla prostata. La notizia è stata data dall’agenzia fotografica Iconic Images, che lo rappresentava. Era comparso in pubblico per l’ultima volta a ottobre per ricevere dal principe William del Regno Unito l’ordine dell’Impero britannico per i servizi resi alla fotografia.

O’Neill era nato a Romford, a est di Londra, il 30 luglio del 1938. Fu tra i primi a fotografare i Beatles: «Avevo solo 20 anni ed ero il fotografo più giovane di Fleet Street», raccontò. Poi continuò con i Rolling Stones, Brigitte Bardot, Sean Connery, Nelson Mandela e la regina Elisabetta II, l’unica persona che si sentì agitato a ritrarre: «Cercai un po’ di battute sulle corse di cavalli per rompere il ghiaccio e grazie a dio rise», spiegò al giornale Observer nel 2018. Nel 1963 sposò la modella Vera Day, con cui ebbe due figli e dal 1983 al 1987 fu sposato con l’attrice Faye Dunaway con cui ebbe un figlio, Liam, nato nel 1980; si sposò una terza volta.

Terry O'Neill e Faye Dunaway nel 1985 (AP Photo/Erica Lansner)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.