• Mondo
  • venerdì 15 Novembre 2019

Nonostante il cessate il fuoco sono ricominciati gli attacchi tra il Jihad Islamico Palestinese e Israele

Nonostante il cessate il fuoco, Israele ha ripreso gli attacchi contro obiettivi legati al Jihad Islamico Palestinese, un gruppo radicale che opera nella Striscia di Gaza, dopo il lancio di alcuni razzi contro Israele. Lo ha fatto sapere l’esercito israeliano. Il cessate il fuoco era stato dichiarato la mattina di giovedì 14 novembre, dopo che negli ultimi giorni c’erano stati bombardamenti mirati compiuti da Israele contro due importanti membri del Jihad Islamico e razzi lanciati dalla Striscia di Gaza verso Israele.

La recente crisi tra Israele e Jihad Islamico – un gruppo diverso, autonomo e più piccolo rispetto al meglio noto Hamas – era iniziata martedì e in circa due giorni sono morti almeno 34 palestinesi e circa 100 sono stati feriti. Dalla Striscia di Gaza, invece, sono stati lanciati circa 300 razzi, il 90 per cento dei quali è stato intercettato da Iron Dome, il sistema antimissilistico di Israele.

Striscia di Gaza, 14 novembre 2019 (AP Photo/Adel Hana)