• Scienza
  • mercoledì 13 novembre 2019

La foto che ha vinto il Comedy Wildlife Photography Awards

È il concorso per le più divertenti e buffe foto di animali, e anche le foto che non hanno vinto se la cavano piuttosto bene in quanto a simpatia

Sono state annunciate le immagini vincitrici del Comedy Wildlife Photography Awards, che premia le più divertenti foto di animali. La foto scelta come migliore di tutto il concorso è stata scattata da Sarah Skinner e si intitola Grab life by the …! (prendere la vita per le…!) e mostra un cucciolo di leone che gioca con un esemplare adulto in Botswana.

Grab life by the …..
Un cucciolo di leone africano nel parco nazionale del Chobe in Botswana
© Sarah SkinnerThe Comedy Wildlife Photography Awards 2019

La foto di Harry Walker che mostra una lontra con le zampe sul muso, intitolata Oh My. ha vinto invece la votazione del pubblico. Altre immagini premiate in categorie speciali sono quelle di Vlado Pirsa di due uccelli che sembrano litigare, intitolata Family Disagreement, e di Elaine Kruerm, che ha vinto il premio come miglior portfolio per First Comes Love, una serie di quattro immagini con protagonisti Xeri del Capo in Sudafrica. E a seguire trovate le altre immagini vincitrici tra le circa quattro mila che hanno partecipato al concorso.

Il concorso è stato fondato da due fotografi professionisti e appassionati ambientalisti, Paul Joynson-Hicks e Tom Sullam, con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema della conservazione della fauna selvatica e dell’ambiente in modo leggero e positivo insieme. Annunciando i vincitori si sono raccomandati di ricordare alcune piccole azioni quotidiane per aiutare il nostro pianeta, come fare acquisti responsabili e usare prodotti riciclabili, o stare attenti a non sprecare acqua in casa con docce lunghissime. Al concorso può partecipare chiunque abbia da mostrare immagini divertenti sugli animali. Le foto del concorso sono state raccolte anche in un libro: parte del ricavato andrà alla Born Free Foundation, un’organizzazione benefica che si occupa della tutela degli animali selvatici, con cui collabora il concorso.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.