• Mondo
  • giovedì 7 novembre 2019

È iniziato uno sciopero di 48 ore di Lufthansa, con circa 1.300 voli cancellati tra giovedì e venerdì

Oggi la compagnia aerea tedesca Lufthansa ha iniziato uno sciopero di 48 ore, con la cancellazione di circa 1.300 voli su un totale di 6.000: 700 di giovedì e 600 di venerdì, la maggior parte diretti dalla Germania all’estero. Mercoledì la dirigenza della società aveva cercato di fermare lo sciopero facendo causa al sindacato dell’equipaggio di cabina, ma un tribunale del lavoro dell’Assia ha confermato in appello quanto già stabilito da un tribunale del lavoro di Francoforte, cioè che il sindacato aveva indetto lo sciopero legalmente. Lo sciopero è stato organizzato per ottenere paghe migliori e indennità più alte nella trattativa salariale e per criticare quello che il sindacato ha definito «il rifiuto» della compagnia di negoziare.

Lufthansa ha detto che chi ha prenotato voli interni potrà convertirli in biglietti ferroviari con un procedimento online.

(Ralph Orlowski/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.