• Mondo
  • giovedì 7 Novembre 2019

In Malesia è stata arrestata una dei leader di un partito di opposizione della Cambogia

In Malesia è stata arrestata Mu Sochua, la vicepresidente del Partito della Salvezza Nazionale della Cambogia, un partito di opposizione cambogiano che nel 2017 fu sciolto dalla Corte Suprema del paese. A chiedere l’arresto di Mu Sochua è stato il governo cambogiano, secondo cui lei e altri membri dell’opposizione in esilio volontario starebbero progettando un colpo di stato. È successo dopo che Sam Rainsy, il fondatore del Partito della Salvezza Nazionale della Cambogia, ha detto che sabato sarebbe tornato in Cambogia dalla Francia per guidare una manifestazione di protesta contro il primo ministro Hun Sen, che governa il paese con un regime autoritario dal 1984.

Mu Sochua, che ha 65 anni, aveva preso un volo dagli Stati Uniti – di cui è cittadina – a Kuala Lumpur ed è stata fermata all’aeroporto. La Malesia non ha ancora deciso se consegnarla alle autorità della Cambogia come richiesto, ha detto il ministro degli Esteri malese Saifuddin Abdullah. Mercoledì Mu Sochua aveva parlato durante una conferenza stampa in Indonesia a proposito degli arresti di 48 attivisti dell’opposizione cambogiana quest’anno. La conferenza stampa era stata interrotta dall’ambasciatore cambogiano in Indonesia perché secondo lui Mu Sochua non aveva il diritto di parlare in quel contesto.

La vicepresidente del Partito della Salvezza Nazionale della Cambogia Mu Sochua a Giacarta, in Indonesia, il 30 luglio 2018 (AP Photo/Tatan Syuflana)