• Mondo
  • mercoledì 6 Novembre 2019

La polizia messicana ha arrestato una persona per la strage della famiglia mormone

La polizia messicana ha arrestato una persona accusata di aver partecipato alla strage della famiglia mormone nel nord del Messico, in cui lunedì erano state uccise nove persone. La persona arrestata è un uomo che è stato trovato nelle colline intorno ad Agua Prieta, nello stato di Sonora, con molte armi e con due persone tenute prigioniere legate e imbavagliate. Secondo la polizia, l’uomo potrebbe aver partecipato all’attacco di lunedì, in cui i membri di una famiglia mormone – che apparteneva a una locale comunità di mormoni – erano stati violentemente aggrediti mentre viaggiavano su alcune auto a Bavispe, sempre nello stato di Sonora, a ridosso del confine statunitense. Nell’attacco erano stati uccisi tre donne, quattro bambini e due neonati, per ragioni non ancora chiarissime. Da tempo la comunità mormone di cui faceva parte la famiglia era protetta dalla polizia a causa di tensioni con gruppi criminali locali.

(AP Photo/Cedar Attanasio)