• Mondo
  • sabato 2 novembre 2019

Decine di migliaia di persone hanno manifestato ad Algeri, in Algeria, per chiedere una “nuova rivoluzione”

Venerdì, in occasione del 65esimo anniversario dell’inizio della guerra d’indipendenza algerina contro la Francia, decine di migliaia di persone hanno manifestato ad Algeri, la capitale dell’Algeria, per chiedere una “nuova rivoluzione” e per opporsi alle elezioni proposte dal governo che dovrebbero tenersi il mese prossimo. Le manifestazioni di venerdì sono state le più grandi organizzate nel paese dallo scorso febbraio.

La situazione politica algerina è complicata da diversi mesi. Ad aprile, dopo settimane di proteste, si era dimesso il presidente Abdelaziz Bouteflika, che era in carica dal 1999. Le sue dimissioni non erano però state accompagnate da un ricambio della classe politica, che era rimasta legata alle vecchie élite. I manifestanti hanno quindi continuato a chiedere nuove riforme ed ad accusare i leader politici algerini di corruzione.

Manifestazione antigovernativa ad Algeri l'1 novembre 2019 (AP Photo/Toufik Doudou)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.