• Italia
  • giovedì 31 ottobre 2019

Il cantante Marco Carta è stato assolto dall’accusa di furto di alcune magliette alla Rinascente di Milano

Il cantante Marco Carta è stato assolto «per non aver commesso il fatto» nel processo in cui era imputato con l’accusa del furto di alcune magliette dal valore totale di 1.200 euro, il 31 maggio alla Rinascente di Milano. Nei suoi confronti l’accusa aveva chiesto una condanna di 8 mesi e 400 euro di multa. A maggio Carta era stato fermato alla Rinascente di piazza del Duomo, a Milano, insieme a una donna di 53 anni dopo aver cercato di uscire dal negozio con sei magliette dalle quale era stato tolto il sistema “antitaccheggio” ma non la placchetta flessibile, che aveva fatto suonare l’allarme.

(ANSA/ANDREA MEROLA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.