• Sport
  • giovedì 31 Ottobre 2019

Stephen Curry si è fratturato la mano sinistra nell’ultima partita di NBA contro Phoenix

Nell’ultima partita di NBA giocata dai Golden State Warriors, Stephen Curry, miglior giocatore delle stagioni 2015 e 2016 e vincitore di tre titoli NBA, si è fratturato la mano sinistra in uno scontro con Aron Baynes. All’inizio del terzo quarto contro i Phoenix Suns, Curry ha subìto un fallo in area da Baynes, che poi gli è caduto sopra la mano costringendolo ad abbandonare la partita, poi vinta da Phoenix 121-110. Al momento non si sa ancora per quanto Curry resterà indisponibile: i Warriors hanno comunicato che probabilmente si opererà, ma non hanno escluso una terapia conservativa. L’infortunio di Curry si aggiunge a quello di un altro importante giocatore di Golden State, Klay Thompson, indisponibile almeno fino a marzo per un infortunio al ginocchio.

Ezra Shaw/Getty Images