(ANSA/Fernando Gutierrez-Juarez/dpa-Zentralbild/ZB)

5 audiolibri che si ascoltano in treno tra Roma e Milano

Se invece di leggere un libro da 200-220 pagine preferite un audiolibro da ascoltare tutto in circa 3 ore

(ANSA/Fernando Gutierrez-Juarez/dpa-Zentralbild/ZB)

Abbiamo messo insieme una lista di 10 libri che si possono leggere nel tempo di un viaggio in treno ad alta velocità tra Roma e Milano. In alternativa alle 200-220 pagine dei libri di quella lista però si può anche optare per circa 3 ore di audiolibro da ascoltare. Su Storytel, uno dei servizi di streaming di audiolibri disponibili in Italia (per cui potete avere un periodo di prova di 30 giorni invece che 14, se vi iscrivete da qui), c’è una “playlist” di audiolibri con una lunghezza compresa tra 1 e 3 ore, Storie pendolari, tra cui scegliere. La redazione del Post ne segnala cinque: uno dura molto meno di tre ore, ma può andare bene per fare alcune pause tra una parte e l’altra e pensare guardando fuori dal finestrino.

Assassinio sull’Orient Express di Agatha Christie
durata: 2 ore e 19 minuti
Il treno di questo celeberrimo romanzo con protagonista l’investigatore belga Hercule Poirot è molto diverso dai treni ad alta velocità contemporanei: ascoltare questo romanzo può in qualche modo trasportarvi in quel mondo antico di cabine letto e carrozze ristorante eleganti. Certo, sui treni di oggi compiere un omicidio sperando di farla franca potrebbe essere ancora più difficile.
Consigliato soprattutto se non avete mai letto nulla di Agatha Christie e siete un po’ curiosi.

La sovrana lettrice di Alan Bennett
durata: 2 ore e 34 minuti
È un romanzo che ha per protagonista la regina Elisabetta II e parte da questa ipotesi: cosa succederebbe se a un certo punto, già anziana, la regina avesse scoperto una passione totalizzante per la letteratura? È probabile che lo apprezziate molto se siete veri “lettori forti”, come si dice. È letto da Paola Cortellesi, che ha fatto da voce a molti audiolibri. Non pensate però che solo perché è un’attrice sia molto recitato: è proprio una lettura ad alta voce come si deve.

Passeggeri notturni di Gianrico Carofiglio
durata: 2 ore e 12 minuti
Non un romanzo, ma un libro che si presta a essere ascoltato anche dalle persone che si distraggono di più: è fatto di trenta testi di tre pagine l’uno, nella versione da leggere, che parlano di vari argomenti su cui lo scrittore e l’ex magistrato ha fatto una riflessione. Dall’ingannevolezza delle confessioni giudiziarie ai matrimoni omosessuali, dalla psicologia degli avvocati all’abolizione del denaro contante, dall’ambiguità degli avverbi alla necessità dei fallimenti. Qui potete leggerne un estratto.

Momenti di trascurabile felicità di Francesco Piccolo
durata: 2 ore e 58 minuti
Raccogliere storie brevi e leggere, autobiografiche, su vari argomenti: descrive piaceri inconfessabili, tic, piccoli fastidi e dolori della vita quotidiana, spesso molto divertenti. Secondo la redattrice del Post che lo consiglia, una delle ragioni per cui funziona anche ascoltato oltre che letto è che la voce narrante è proprio quella di Piccolo: «È buffa». Una cosa che può succedervi mentre li ascoltate è di voler condividere con qualcun altro il fatto di riconoscersi in alcune delle storielle del libro.

La governante e altri problemi domestici di Charlotte Perkins Gilman
durata: 2 ore e 25 minuti
La scrittrice Charlotte Perkins Gilman visse tra il 1860 e il 1935 e fece parte della cosiddetta prima ondata del femminismo. È nota soprattutto per il racconto La carta da parati gialla, uno dei primi esempi di racconto della depressione post-partum nella narrativa, e per La terra delle donne, un romanzo utopico in cui tre esploratori scoprono una società pacifica e felice gestita interamente dalle donne, che si riproducono per via asessuata. La governante e altri problemi domestici è una raccolta di racconti, spesso ironici, che parlano delle difficoltà delle donne ai tempi di Gilman.

***

Disclaimer. Lo ripetiamo anche se probabilmente si era già capito: il Post ha un’affiliazione con Storytel e ottiene un piccolo ricavo se decidete di provare il servizio di streaming partendo dal link di questa pagina, che vi permette di avere 30 giorni di prova gratuita invece di 14. Ma potete anche cercarlo su Google.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.