• Italia
  • lunedì 21 ottobre 2019

A Roma è stato attivato Uber Jump, il servizio di bike sharing elettrico di Uber

Da lunedì 21 ottobre è attivo a Roma il servizio di bike sharing di Uber, la società americana nota per i servizi di autonoleggio con tassista e di consegna di cibo a domicilio. Si chiama Uber Jump ed era stato annunciato qualche giorno fa dalla sindaca Virginia Raggi con un video su Facebook. Roma è la prima città italiana in cui è stato introdotto il servizio: le biciclette disponibili sono 700, e sono tutte elettriche, cioè dotate di pedalata assistita. Nelle prossime settimane dovrebbero arrivare a 2.800, con le quali si potrà circolare all’interno di un’area di 57 chilometri quadrati. Il servizio costerà 20 centesimi al minuto, mentre lo sblocco della bici costerà 50 centesimi. Le bici sono “free floating”, si possono cioè parcheggiare quasi ovunque e non sono previste stazioni dedicate: sono dotate di un lucchetto con le quali Uber consiglia di legarle a una rastrelliera o supporti simili.

Finora Roma era sostanzialmente priva di un vero servizio di bike sharing, da quando a ottobre dello scorso anno oBike cominciò a ritirare le proprie biciclette da molte città d’Italia, Roma compresa. Il servizio di noleggio di biciclette del comune, invece, è inattivo dal 2013.

(Cecilia Fabiano/LaPresse)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.