Banksy ha aperto un negozio online

Il famoso street artist Banksy, di cui non si conosce l’identità, ha aperto un negozio online chiamato “Gross Domestic Product”. Il negozio, come già quello che era stato aperto a Londra alcuni giorni fa e che ha chiuso il 13 ottobre, vende diverse opere d’arte di Banksy, tra cui una palla da discoteca realizzata con un elmetto della polizia, un gioco per bambini con figure di migranti da caricare su un camion da trasporto, ma anche tazze e t-shirt.

L’acquisto non avviene immediatamente, ma tramite sorteggio tra tutti quelli che hanno mostrato interesse per un prodotto. Per acquistare un oggetto bisogna rispondere alla domanda “Does art matter?” (“L’arte è importante?”) e poi registrare i propri dati. Per registrarsi si ha tempo fino al 28 ottobre e l’acquisto sarà limitato a un oggetto per indirizzo IP. Il sito specifica che gli oggetti sono realizzati tutti nello studio artistico di Banksy e non in una fabbrica, motivo per cui il loro numero è limitato e non tutti saranno disponibili da subito.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.