• Mondo
  • domenica 13 Ottobre 2019

Hunter Biden, figlio del candidato alle presidenziali statunitensi Joe Biden, si dimetterà dal CdA di un fondo investimento cinese

Hunter Biden, figlio del candidato alle primarie Democratiche per le presidenziali statunitensi Joe Biden, si dimetterà dal Consiglio di Amministrazione del fondo di investimento cinese BHR, ha detto oggi il suo avvocato. Se suo padre dovesse vincere le primarie ed essere eletto presidente, ha aggiunto, Hunter Biden accetterà di non fare più parte dei consigli di amministrazione di società controllate da enti stranieri, e di non lavorare più per loro.

La decisione di Hunter Biden è collegata alle grandi polemiche nate negli Stati Uniti per il suo incarico dirigenziale in una società energetica ucraina, ottenuto senza qualifiche particolari. Questa circostanza era stata considerata trasversalmente sconveniente, visto che quando suo padre era vice presidente degli Stati Uniti si occupava dei rapporti con l’Ucraina. Nella sua nomina non c’era però stato niente di illegale, hanno dimostrato i giornali americani, contrariamente a quanto sostenuto da una teoria cospirazionista condivisa anche dal presidente Donald Trump, che per questo aveva fatto pressioni sul governo ucraino affinché avviasse delle indagini. Per questo, i Democratici hanno avviato una procedura di impeachment alla Camera, accusando Trump di aver influenzato una potenza straniera per ottenere un vantaggio politico, visto che Biden è uno dei favoriti alla vittoria delle primarie Democratiche, e quindi un suo potenziale sfidante alle presidenziali.

Joe Biden con il figlio Hunter nel 2010. (AP Photo/Nick Wass, File)