• Mondo
  • mercoledì 18 settembre 2019

È morto un uomo che aveva denunciato Kevin Spacey per molestie sessuali, il processo potrebbe non farsi più

È morto il massaggiatore che nel 2018 aveva accusato l’attore Kevin Spacey di averlo molestato: la notizia è stata data dal sito Hollywood Reporter a partire da un avviso presentato in tribunale dagli avvocati di Spacey.

L’uomo, rimasto anonimo, aveva raccontato che nel 2016 Spacey lo aveva aggredito sessualmente nella sua casa a Malibu, in California, mentre gli faceva un massaggio. Gli avvocati di Spacey avevano chiesto che il caso venisse archiviato visto che l’uomo non aveva rivelato la sua identità, ma un giudice federale aveva deciso di portarlo avanti; ad agosto entrambe le parti avevano acconsentito ad andare a processo. Ora l’avvocato dell’accusa ha annunciato che l’uomo «è deceduto di recente»; non si conoscono altri dettagli sulla sua morte. La denuncia può essere portata avanti dai suoi eredi ma sarebbe difficile sostenere le accuse in mancanza del testimone.

(Matthias Balk/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.