• Mondo
  • sabato 14 settembre 2019

Hamza bin Laden è stato ucciso

Trump ha confermato che durante un'operazione militare americana è stato ucciso il figlio di Osama bin Laden che sarebbe dovuto diventare il nuovo capo di al Qaida

Il presidente americano Donald Trump ha confermato che Hamza bin Laden, uno dei figli di Osama bin Laden, il leader di al Qaida ucciso nel 2011, è stato ucciso durante un’operazione militare condotta dagli Stati Uniti. La notizia era stata data circa un mese fa da diversi giornali americani, fra cui il New York Times, che citavano come fonti diversi funzionari statunitensi. Trump ha aggiunto che bin Laden è stato ucciso «nella regione fra Afghanistan e Pakistan», senza però fornire ulteriori dettagli.

Secondo diversi analisti Hamza bin Laden sarebbe dovuto diventare il prossimo leader del gruppo jihadista: negli ultimi anni era apparso in alcuni video in cui intimava ai seguaci di al Qaida di attaccare gli Stati Uniti e l’Occidente per vendicare la morte di suo padre. Hamza bin Laden aveva circa 30 anni e secondo il dipartimento di Stato statunitense aveva sposato la figlia di Mohammed Atta, che nel 2001 fu a capo del gruppo di terroristi che dirottò gli aerei nell’attentato dell’11 settembre contro le Torri Gemelle.

Il New York Times ha però descritto la sua uccisione più che altro come una vittoria simbolica per gli Stati Uniti, visto che sono anni che al Qaida non compie attentati su larga scala.

(CIA via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.