• Sport
  • mercoledì 11 Settembre 2019

Il calciatore turco Arda Turan è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere per una rissa avvenuta lo scorso ottobre

Il calciatore turco Arda Turan è stato condannato a 2 anni, 8 mesi e 15 giorni di carcere da un tribunale di Istanbul per lesioni volontarie e detenzione illegale d’arma da fuoco, dopo una rissa avvenuta lo scorso ottobre: la pena tuttavia è stata sospesa in assenza di precedenti penali. Arda Turan, che in passato ha giocato con Atletico Madrid e Barcellona e che ora gioca nell’Istanbul Basaksehir, era stato coinvolto in una rissa con il cantante turco Berkay Sahin dopo aver importunato la moglie di quest’ultimo. Nella rissa Turan gli aveva rotto il naso e lo aveva minacciato con una pistola, sparando alcuni colpi a terra. Secondo la difesa, però, i colpi sarebbero partiti accidentalmente. Il calciatore era anche accusato di molestie sessuali nei confronti della moglie di Sahin, ma è stato assolto dalle accuse.

(AP Photo/Manu Fernandez)