• Mondo
  • martedì 10 settembre 2019

Centinaia di scuole del sud-est asiatico resteranno chiuse a causa dei fumi tossici causati dagli incendi delle foreste in Indonesia

Centinaia di scuole del sud-est asiatico resteranno chiuse a causa dei fumi tossici causati dagli incendi delle foreste in Indonesia. In Malesia, la chiusura interessa circa 400 scuole e più di 150 mila studenti nello stato di Sarawak nel Borneo e nella provincia di Jambi, a Sumatra. La popolazione è stata invitata a indossare le mascherine che l’agenzia nazionale di gestione delle catastrofi sta distribuendo. In Indonesia, sono stati chiusi gli asili nido e le scuole primarie e secondarie della costa orientale dell’isola di Sumatra: le autorità locali non hanno però fornito cifre precise.

Gli incendi sull’isola di Sumatra e del Borneo stanno mobilitando migliaia di vigili del fuoco. I roghi sono stati appiccati con l’obiettivo di fare spazio a nuove piantagioni di palme da olio.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.