• Mondo
  • martedì 20 agosto 2019

Jeffrey Epstein firmò un testamento due giorni prima di suicidarsi

Jeffrey Epstein, il miliardario americano suicidatosi nella notte tra il 9 e il 10 agosto nel carcere di New York dove si trovava dal 6 luglio con l’accusa di sfruttamento sessuale, firmò un testamento due giorni prima di morire. Nel documento, depositato l’8 agosto alle Isole Vergini statunitensi e rivelato dal New York Post, Epstein assegna tutte le sue proprietà, del valore di circa 577 milioni di dollari, sotto il controllo di un fondo fiduciario chiamato “The 1953”.  Il testamento non indica i diretti beneficiari dell’eredità di Epstein.

(New York State Sex Offender Registry via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.