• Italia
  • venerdì 16 agosto 2019

Autostrade per l’Italia potrà riattivare il sistema “tutor”

Autostrade per l’Italia, la principale società italiana che gestisce autostrade, potrà riattivare il sistema “tutor”, quello che rileva la velocità media delle auto su un certo tratto di strada. Il sistema aveva dovuto essere spento dopo una sentenza della Corte di Appello di Roma dell’aprile 2018, secondo cui il sistema era frutto di un plagio di un brevetto della società fiorentina Craft, che aveva intentato causa nel 2006. Ora la Corte di Cassazione ha ribaltato quella sentenza, stabilendo che non ci fu furto di proprietà intellettuale e che Autostrade potrà ricominciare a usare il sistema “tutor”. Intanto, nel luglio 2018, Autostrade per l’Italia aveva installato un nuovo sistema “tutor” in alcuni tratti.

Coda di vacanzieri sull'autostrada A14 in direzione mare, all'altezza di Bologna, 10 Agosto 2013. ANSA / MICHELE NUCCI

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.