I BTS, il più grande gruppo musicale k-pop di sempre, si prendono una “lunga pausa”

I BTS, il più grande gruppo musicale k-pop di sempre e uno dei gruppi più famosi del mondo in questo momento, hanno deciso di prendersi una «lunga pausa» per «riposarsi e rilassarsi». L’annuncio è stato fatto domenica dalla loro agenzia, la Big Hit Entertainment, dopo un concerto a Seul, in Corea del Sud: sarà la prima pausa che i BTS faranno da quando hanno iniziato a cantare insieme, nel 2013, e non è chiaro quanto durerà. Nel comunicato della Big Hit Entertainment si spiega che i BTS useranno questa pausa per prepararsi a ricominciare a lavorare e si chiede a chiunque dovesse incontrare uno di loro nei prossimi mesi di rispettare la sua privacy.

I BTS sono un gruppo musicale sudcoreano nato nel 2013 e composto da sette ragazzi attorno ai vent’anni che ha venduto più di 10 milioni di dischi in Corea del Sud, ma che ha un gigantesco e crescente seguito mondiale. Soltanto negli Stati Uniti i BTS hanno riempito interi stadi, e sono stati visti complessivamente da centinaia di migliaia di persone. Hanno vinto il Top Social Artist Award ai Billboard Music Awards (cioè il premio del pubblico) negli ultimi tre anni e sono diventati il secondo gruppo della storia della musica, dopo i Beatles, ad avere tre dischi al numero uno della classifica Billboard 200 nello stesso anno.

Per chi non lo conoscesse, il k-pop è un fenomeno musicale e culturale sudcoreano, un pop locale mescolato o ispirato alla musica statunitense, pop, R&B, rock e anche hip hop. Si rivolge in particolare agli adolescenti e nell’ultimo decennio ha travalicato i confini della Corea del Sud facendosi conoscere con successo in tutto il mondo, dagli Stati Uniti all’India, dal Medio Oriente all’Italia. Per capirci: Psy, l’autore della famosissima “Gangnam Style” del 2012, fu il primo cantante k-pop di cui si parlò davvero nel resto del mondo.

Per saperne di più, potete leggere questo articolo 👇🏼

I BTS per principianti

I BTS a Las Vegas, 1 maggio 2019 (Kevin Winter/Getty Images for dcp)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.