• Mondo
  • domenica 11 agosto 2019

Il coprifuoco imposto dal governo indiano sulla capitale del Kashmir è stato allentato

Il coprifuoco che mercoledì scorso il governo indiano aveva imposto su Srinagar, la capitale del Kashmir, stato indiano a maggioranza musulmana, è stato allentato, ha scritto il Guardian. L’India aveva annunciato il coprifuoco per evitare proteste dopo avere tolto al Kashmir lo “status speciale”, con una decisione molto contestata e controversa. Domenica in occasione dell’Eid al-Adhauna delle più importanti feste musulmane, moltissime persone si sono ritrovate nelle strade e nei negozi di Srinagar. Non si hanno informazioni precise su quanto stia accadendo in Kashmir, comunque, perché le linee telefoniche e l’accesso a Internet, bloccati per volontà del governo, non hanno ancora ripreso a funzionare.

Nonostante il coprifuoco, venerdì a Srinagar almeno 10mila persone avevano manifestato contro la decisione del governo indiano di ritirare lo “status speciale” al Kashmir: durante le proteste c’erano stati anche scontri con la polizia indiana e diversi feriti.

Srinagar, sabato 10 agosto (AP Photo/Mukhtar Khan)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.