• Mondo
  • sabato 10 Agosto 2019

Il numero dei morti per l’esplosione in una base militare della regione di Arcangelo, nel nord della Russia, è salito a 5

Venerdì Rosatom, l’agenzia russa che si occupa di energia nucleare, ha detto che il numero di morti per l’esplosione avvenuta giovedì scorso in una base militare della regione di Arcangelo, nel nord della Russia, è salito a cinque. L’esplosione, che tra le altre cose aveva provocato un aumento delle radiazioni nella zona, era avvenuta mentre veniva testata una «fonte di energia basata su isotopi per razzi a combustibile liquido», ha detto Rosatom. La descrizione fatta dall’agenzia, ha scritto il Guardian, potrebbe indicare che l’incidente è avvenuto mentre era in corso un test su un Burevestnik, un missile da crociera a propulsione nucleare. Inizialmente il ministro della Difesa russo aveva confermato la morte di due persone.

TAG: