• Mondo
  • giovedì 8 agosto 2019

Quest’anno in Burundi 1.800 persone sono morte di malaria

In Burundi, nell’Africa centrale, una recente diffusione della malaria ha raggiunto proporzioni epidemiche e ha causato la morte di quasi lo stesso numero di persone dell’epidemia di ebola in corso nella vicina Repubblica Democratica del Congo. L’Organizzazione mondiale della sanità ha detto che la malaria ha colpito circa metà della popolazione del Burundi e che dall’inizio dell’anno ha causato la morte di almeno 1.800 persone. Il Burundi ha più di dieci milioni di abitanti e i casi registrati nel 2019 sono stati 6 milioni. Per ora, il governo del Burundi si è rifiutato di dichiarare lo stato di emergenza.

(APU GOMES/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.