• Italia
  • lunedì 22 luglio 2019

L’assoluzione di Calogero Mannino in uno dei processi sulla trattativa Stato-mafia è stata confermata in appello

La Corte d’Appello di Palermo ha confermato l’assoluzione dell’ex ministro della Democrazia Cristiana Calogero Mannino in uno dei processi sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. Mannino era imputato per il reato di “violenza o minaccia a un corpo politico” previsto dall’articolo 338 del codice penale ed era accusato di aver dato il primo suggerimento ad alcuni ufficiali dei carabinieri per «trattare» con il clan mafioso dei Corleonesi. Il suo processo era uno dei più importanti di quelli sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia, perché Mannino era considerato il punto d’inizio della presunta trattativa. L’assoluzione in primo grado era arrivata nel 2015 «per non avere commesso il fatto».

L’assoluzione di Calogero Mannino

Calogero Mannino (©R.FRANCESCHIN / LAPRESSE)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.