• Mondo
  • martedì 16 luglio 2019

Il ministro dell’Ecologia francese François de Rugy si è dimesso

Il ministro dell’Ecologia francese François de Rugy ha presentato le sue dimissioni dopo le polemiche degli ultimi giorni nate da alcuni articoli usciti sul giornale francese Mediapart.

Un articolo raccontava di una dozzina di cene – non collegate alle sue funzioni e molto costose, a base di champagne e aragoste – organizzate da de Rugy tra l’ottobre 2017 e il giugno del 2018, quando era presidente dell’Assemblea Nazionale e non ancora ministro. Gli altri denunciavano i lavori commissionati da de Rugy nei suoi appartamenti privati nella sede del ministero in cui vive per 63 mila euro; della casa popolare che una sua funzionaria, Nicole Klein, aveva ottenuto in affitto a Parigi nel 2001 e di cui aveva usufruito pur non vivendoci dal 2006 al 2018; e infine della una casa popolare che aveva ottenuto in affitto lo stesso de Rugy a Orvault, nella Loira Atlantica, per 531 euro al mese, quando il suo reddito sarebbe ben al di sopra del massimale fissato per questo tipo di alloggio.

Francois de Rugy, Parigi, 4 dicembre 2018 (AP Photo/Thibault Camus)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.