• Italia
  • lunedì 8 luglio 2019

Il sindaco di Bibbiano, coinvolto nell’inchiesta sul presunto traffico di minori, è stato sospeso dal prefetto di Reggio Emilia

Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, coinvolto in un filone laterale dell’inchiesta sul presunto traffico di minori in provincia di Reggio Emilia, è stato sospeso dal suo incarico per ordine del prefetto. Carletti si trova al momento agli arresti domiciliari ed è accusato di abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. Secondo i magistrati il sindaco avrebbe affidato alcuni spazi comunali a un’associazione coinvolta nell’inchiesta in maniera non regolare.

Leggi anche: Cosa sappiamo dell’inchiesta sugli abusi a Reggio Emilia

Carletti non sembra coinvolto direttamente nella vicenda di abusi, ma il giudice ha comunque respinto la richiesta di revoca degli arresti domiciliari. La sospensione dall’incarico di sindaco è stata stabilita in base alla legge Severino a causa del suo stato di fermo. Dell’inchiesta si è discusso molto per le pesanti accuse formulate da polizia e magistrati e per il modo non del tutto corretto con cui sono state presentate nelle prime ore (si era parlato, per esempio, di un inesistente elettroshock a cui sarebbero stati sottoposti alcuni bambini per “impiantargli” falsi ricordi).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.