• Italia
  • giovedì 27 giugno 2019

Casapound dice che non si presenterà più alle elezioni

Il presidente del partito politico di estrema destra Casapound, Gianluca Iannone, ha annunciato che il partito non si presenterà più alle elezioni e tornerà ad essere esclusivamente un movimento come nei suoi primi anni. Iannone ha detto: «In seguito all’esperienza delle ultime elezioni europee e al termine di una lunga riflessione sul percorso del movimento dalla sua fondazione a oggi, CasaPound Italia ha deciso di mettere fine alla propria esperienza elettorale e partitica. La decisione di oggi non segna affatto un passo indietro, da parte del movimento, ma anzi è un momento di rilancio dell’attività culturale, sociale, artistica, sportiva di CPI, nel solco di quella che è stata da sempre la nostra identità specifica e originale». Alle ultime elezioni europee, Casapound aveva ricevuto lo 0,33 per cento dei voti.

(LaPresse/Nicolò Campo)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.