Si è dimesso l’avvocato a capo della difesa di Harvey Weinstein

L’avvocato Jose Baez, che fino alla settimana scorsa era a capo della difesa del celebre produttore cinematografico Harvey Weinstein, ha chiesto al giudice del processo di essere esonerato dal caso. Baez ha spiegato che di recente lui e Weinstein, che è accusato di aver compiuto decine di violenze sessuali, hanno avuto varie divergenze: in particolare, sembra che Weinstein avesse assunto un altro avvocato per fare da intermediario fra lui e Baez. Secondo Agence-France Presse, Baez è il terzo avvocato che ha lasciato Weinstein dall’inizio del caso.

Weinstein è sotto inchiesta del procuratore distrettuale di Manhattan da ottobre 2017, quando i giornali americani pubblicarono le prime accuse nei suoi confronti; da allora molte attrici hanno raccontato le molestie e le minacce che subirono da lui, tra cui Salma HayekAsia ArgentoGwyneth Paltrow, Angelina Jolie e Uma Thurman, dando origine al cosiddetto movimento #metoo. Ci sono indagini in corso su Weinstein anche a Londra, dov’è stato denunciato da una donna, e a Los Angeles, dove una modella e attrice italiana lo ha accusato di stupro.

Il processo contro Weinstein inizierà il 9 settembre, data in cui è stata fissata la selezione della giuria popolare.

(Stephanie Keith/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.