Steffi Graf nel 1988 (Bob Martin/Getty Images)
  • Sport
  • venerdì 14 giugno 2019

Steffi Graf ha 50 anni

Molti dei quali passati in giro per il mondo con una racchetta da tennis in una mano e una coppa nell'altra

Steffi Graf nel 1988 (Bob Martin/Getty Images)

L’ex tennista tedesca Steffi Graf compie oggi cinquant’anni. È considerata all’unanimità una delle più grandi tenniste di sempre, fu l’atleta di punta del tennis femminile tra gli anni Ottanta e Novanta, e per molti aspetti rimane ancora oggi unica nel panorama tennistico mondiale. Esordì molto giovane bruciando tappe su tappe, una costante della sua carriera: divenne per esempio campionessa europea under 18 a soli tredici anni. Negli anni Ottanta cominciò ad avanzare nel ranking mondiale e nel 1986, alla sua terza stagione da professionista, salì fino al secondo posto superando Chris Evert e Martina Navratilova. L’anno successivo divenne la numero uno grazie anche alla vittoria del suo primo Slam, il Roland Garros.

Nel 1988 vinse come nessuno era mai riuscito prima. Trionfò in tutti i quattro tornei del Grande Slam — alcuni con una facilità disarmante, come il Roland Garros vinto in mezzora contro la russa Natasha Zvereva — e a questi aggiunse l’oro olimpico in Corea del Sud, diventando l’unica donna nella storia del tennis a completare così un Golden Slam.

Aveva un fisico slanciato, era rapida e aveva un diritto tanto potente e ricercato da essere soprannominata fräulein forehand. Fino al 1991 fu superiore a tutte le avversarie. A incrinare il suo strapotere nel tennis ci pensò inizialmente il padre, Peter. Allenatore esigente e severo, venne coinvolto in una relazione con una modella che destabilizzò la figlia. Contemporaneamente fece il suo ingresso nella scena mondiale la serba Monica Seles, la quale, approfittando del calo della rivale, nel 1991 salì al primo posto nel ranking mondiale. Tuttavia, durante una partita del torneo di Amburgo del 1993 un uomo ossessionato da Graf si sporse dalla barriera di sicurezza e le infilò un coltello di 23 centimetri tra le scapole, rovinandole di fatto la carriera.

Solo dopo l’aggressione a Seles, Graf riuscì a ritornare ai vertici mondiali e a restarci fino a quando i problemi causati dal padre, arrestato per evasione fiscale e condannato a tre anni in carcere, diversi infortuni e l’arrivo della svizzera Martina Hingis conclusero la sua carriera. Graf si ritirò nel mezzo della stagione del 1999 dopo aver vinto ventidue titoli del Grande Slam soltanto nel singolo. Nel 2001 ha sposato il campione americano Andre Agassi, con cui ha avuto due figli.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.