• Mondo
  • venerdì 14 giugno 2019

L’udienza per decidere sull’estradizione di Julian Assange negli Stati Uniti sarà a febbraio 2020

Un tribunale britannico ha fissato per febbraio 2020 l’udienza per decidere se estradare negli Stati Uniti Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks arrestato il 12 aprile a Londra: la giudice Emma Arbuthnot ha fissato la prima data dell’udienza per il 25 febbraio 2020, e ci sia aspetta che le altre si svolgano nel corso di 5 giorni. La richiesta di estradizione era stata fatta dagli Stati Uniti e approvata giovedì da Sajid Javid, ministro dell’Interno del Regno Unito, ma deve essere ancora approvata dalla giustizia britannica. Ad Assange gli Stati Uniti contestano la diffusione di documenti statunitensi coperti da segreto tramite WikiLeaks e la ripetuta violazione dello Espionage Act, la più importante legge americana contro gli atti di spionaggio.

(AP Photo/Matt Dunham)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.