• Mondo
  • giovedì 13 Giugno 2019

La donna che fu la procuratrice nel caso dei “Central Park Five” si è dimessa da professoressa

La procuratrice americana Elizabeth Lederer, principale pubblico ministero nel caso dei cosiddetti “Central Park Five” di cui parla la nuova serie di Netflix When They See Us, si è dimessa dal suo ruolo di docente alla facoltà di legge della Columbia University. Lederer ha motivato la sua decisione dicendo che la serie tv ha «riacceso una dolorosa – e vitale – conversazione nazionale sulla questione razziale, l’identità e la giustizia criminale» e che per lei sarebbe stato meglio smettere di insegnare.

Il caso dei “Central Park Five” è probabilmente il più noto esempio di falsa confessione in un’indagine nella storia recente degli Stati Uniti. Riguardava l’aggressione e lo stupro di una donna a Central Park, a New York, la notte del 19 aprile 1989: cinque adolescenti – quattro neri e un sudamericano – furono ingiustamente accusati dello stupro dopo essere stati, di fatto, costretti a confessarlo dagli investigatori, e furono condannati. Nel 2002 il vero colpevole raccontò la verità ma a quel punto quattro di loro avevano passato 6 anni in carcere e uno 12. Nel 2014 la loro vicenda giudiziaria si concluse con un risarcimento da parte dello stato di New York.

In When They See Us il personaggio di Lederer è interpretato da Vera Farmiga.

Un’immagine di “When They See Us” in cui si vede Vera Farmiga nei panni di Elizabeth Lederer insieme ad Alex Breaux in quelli di Tim Clements (Atsushi Nishijima/Netflix via AP)

Elizabeth Lederer in una scena del documentario del 2013 "The Central Park Five"