I vestiti di Fleabag

Dove comprare la tuta nera, il vestito rosso e il famoso trench: per chi se lo chiede da quando ha finito di guardare la serie tv

Nel primo episodio della seconda stagione di Fleabag, da poco disponibile su Amazon Prime Video, il personaggio di Phoebe Waller-Bridge – che non ha un nome – indossa una tuta (o jumpsuit) a una cena familiare che si rivelerà disastrosa. Una tuta nera, elegante, con la schiena scoperta e una profonda scollatura sul davanti: è un tentativo di sembrare “a posto”, di fronte a parenti disfunzionali che da lei comunque si aspettano l’opposto. La indossa con un paio di Superga, rosse. Moltissime spettatrici – no, non siete solo voi – hanno desiderato la tuta non appena è comparsa sullo schermo.

La seconda stagione di Fleabag, come era successo per la prima, ha raccolto recensioni molto positive; se n’è parlatoscritto molto, ed è stata molto analizzata. L’abbigliamento della protagonista, curato dal costumista Ray Holman, è uno degli aspetti che ha ricevuto più attenzione. Holman ha spiegato di essere stato il più possibile realistico con le scelte di abbigliamento di Fleabag: la protagonista gestisce un bar, quindi non può permettersi vestiti costosi. Nonostante il budget limitato, il suo è uno stile efficace e molto definito che ha colpito chi ha guardato la serie, al punto che nel Regno Unito, mentre andava in onda la seconda stagione, c’è stato un picco di vendite di tute e vestiti rossi come quelli che mette lei.

Visto che alcune redattrici del Post fanno parte del nutrito gruppo che desiderava la tuta, abbiamo fatto qualche ricerca e abbiamo scoperto dove si può comprare (costa poco, ma c’è un ma). Abbiamo fatto lo stesso con un altro paio di capi di abbigliamento che si sono fatti notare nella serie: qui c’è una breve lista che raccoglie gli originali e alcune possibili alternative.

La tuta nera, quella originale di Fleabag
La buona notizia: è in commercio, e costa anche poco (38 sterline, cioè circa 46 euro). È prodotta dall’azienda londinese Love, che la vende attraverso un sito che si chiama Silkfred. La cattiva notizia: al momento è esaurita, ma si può preordinare (ricominceranno a consegnarle a partire dal 14 giugno).

Alternative
Per chi è attratto dall’idea della tuta ma non si sente a suo agio con le scollature profonde, ci sono alcune altre possibilità. Su Amazon, per esempio, ce n’è una accollata sul davanti, ma che ha la schiena scoperta con un intreccio particolare e un fiocco non vistoso. Costa 52 euro. Per chi non ha problemi di budget e apprezza questo genere, c’è anche quella di Roberto Cavalli, su Yoox.
Chi preferisce avere la possibilità di indossare un reggiseno senza preoccuparsi di allacciature o spalline in vista, trova un’alternativa valida su Yoox: una tuta di Michael Kors. Il prezzo sale un po’, però: costa 225 euro.

Se invece ne volete una che sia portabile tutti i giorni, ma sempre in stile Fleabag, su Asos ce n’è una con i bottoni, di Warehouse, che costa 59 euro.

Se volete essere filologicamente fedeli e completare con le scarpe, un paio di Superga rosse su Amazon costa circa 40 euro (se siete fortunati anche meno, ma dipende dal numero).

Il vestito rosso, quello originale di Fleabag
La cattiva notizia: il vestito rosso a fiorellini che Fleabag indossa al matrimonio di suo padre è un vestito di Reformation, e non è più in produzione. La buona notizia: ha uno stile piuttosto di moda, quest’anno, quindi se ne trovano facilmente di simili. Purtroppo in questo caso dovrete passare direttamente alla sezione delle alternative.

Alternative
In assenza dell’abito di Reformation abbiamo cercato vestiti rossi che rispettassero almeno uno di questi requisiti: un delicato pattern floreale, il punto vita come l’originale, lo scollo a v. Ne abbiamo trovati alcuni, a prezzi diversi. Su Amazon ne trovate uno di Guess che si avvicina, anche se è senza maniche. Costa 117 euro (anche meno, ma il prezzo cambia in base alla taglia).


Su Asos ne trovate un altro simile dell’azienda Cleobella: è un po’ più lungo e ha le maniche corte a palloncino, ma ha fiori molto piccoli e lo scollo a v. Costa 187 euro.

Anche Warehouse ne ha uno che può andare bene, leggermente più lungo (arriva sotto il ginocchio) e con un pattern meno fitto. Ha lo scollo a v sul davanti e lascia scoperta un po’ di schiena. Costa 43 euro, su Amazon. Vale la pena dare un’occhiata anche a quello molto simile di Esprit (qui), che è più corto e costa 44 euro.

A chi preferisce che le maniche ci siano (anche un po’ più lunghe dell’originale) e apprezza i pattern più vistosi, può piacere un abito di Find – la marca di abbigliamento di Amazon – che si trova a circa 36 euro su Amazon. Anche Monki offre una variante nella categoria “maniche”, a 40 euro.

Chi invece vuole qualcosa di accollato e sbracciato ma corto, può apprezzare quello di & Other Stories: costa 59 euro. Se vi piace questo modello, sappiate che su Asos ne trovate una versione simile più economica, a 26 euro.

Chi infine apprezza i vestiti rossi ma non i pattern floreali può dare un’occhiata a quello a pois di Warehouse, che costa 55 euro:

Oppure a quello a righe di Terranova, che costa 26 euro:

La maglia con le spalle scoperte, quella originale, e l’alternativa
La storia della maglia nera con le spalle scoperte che Fleabag indossa per uscire con “l’attraente avvocato misogino” in un episodio della seconda stagione è molto più semplice delle altre: viene da una vecchia collezione di Zara, ha spiegato il costumista. In questo momento Zara non ce la vende, ma su Asos se ne trova una quasi identica a 13 euro. (Ce n’è una anche su Amazon, ma costa un po’ di più: 28 euro).

 

Il trench, quello originale e l’alternativa
La giacca che Fleabag indossa sempre, con qualsiasi cosa, fin dalla prima stagione, è un trench scuro (nero) a doppio petto, lungo fino a poco sopra il ginocchio. Nella seconda stagione, il trench è anche coprotagonista di una scena piuttosto importante. Il costumista ha spiegato che è un trench di Cos di una stagione passata, ma se ne trovano facilmente di paragonabili. Su Asos ad esempio ce n’è uno molto somigliante, a 52 euro. Se preferite i bottoni più scuri ce n’è uno di Find a 60 euro, su Amazon.

Le altre cose:
Il resto delle cose che indossa Fleabag, ha spiegato il costumista, sono capi “basic” che si possono trovare facilmente: le magliette a righe sono di Benetton, i jeans a vita alta di Arket, le scarpe sono Superga o in alcuni casi Vans. HM e Zara, infine, ripropongono ogni anno qualche versione simile alle tute corte o ai vestiti a salopette che Fleabag mette insieme alle magliette a righe.

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.