• Mondo
  • martedì 4 Giugno 2019

Il governatore della California ha deciso che la più giovane seguace della setta di Charles Manson rimarrà in carcere

Il governatore della California ha deciso che Leslie Van Houten, la più giovane seguace della setta di Charles Manson, dovrà rimanere in carcere nonostante la commissione che si occupa di lei avesse raccomandato la sua liberazione. Van Houten aveva 19 anni quando fu arrestata nel 1969 dopo una serie di omicidi decisa da Manson, ancora oggi considerato uno dei più efferati assassini del Novecento.

Era la terza volta che la commissione competente raccomandava che Van Houten fosse liberata, citando il successo del suo percorso di riabilitazione. I primi due tentativi erano stati respinti dall’allora governatore Jerry Brown, che appartiene al partito Democratico così come l’attuale governatore Gavin Newsom.

Nel comunicato con cui ha spiegato la sua decisione, Newsom ha spiegato che nonostante i progressi fatti in questi cinquant’anni, rimane «preoccupato» per il ruolo che Van Houten ebbe in vari omicidi «e per la violenza che potrebbe dimostrare in futuro».

 

(Stan Lim/Los Angeles Daily News via AP, Pool, File)