• Mondo
  • domenica 26 maggio 2019

In Irlanda circa l’80 per cento degli elettori ha appoggiato una riforma che rende più facile divorziare

In Irlanda il 24 maggio si sono tenute le elezioni europee, locali e un referendum per semplificare le norme sul divorzio. I risultati finali del referendum non sono ancora stati diffusi, ma secondo i primi dati circa l’80 per cento degli elettori si sarebbe espresso a favore della riforma che renderà più facile e rapido divorziare.

La legge che regola il divorzio in Irlanda è piuttosto antiquata: prevede che una coppia possa divorziare solo se dimostra di essere separata da quattro anni. Il referendum chiedeva agli irlandesi se intendono ridurre questo lasso di tempo (nel frattempo il governo ha fatto capire che proporrà di portarlo a due anni).

(Charles McQuillan/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.