Panasonic ha smentito di avere sospeso le forniture per Huawei

La società giapponese di tecnologia Panasonic ha smentito di avere sospeso le forniture per Huawei, a causa delle nuove limitazioni imposte dagli Stati Uniti ai rapporti commerciali con il gruppo cinese (gli stessi che hanno costretto Google ha sospendere la licenza di Android). In precedenza Panasonic aveva annunciato che la sospensione riguardava i prodotti che contengono più del 25 per cento di componenti realizzati negli Stati Uniti. In base alle nuove regole imposte dagli Stati Uniti nell’ambito dell’estesa guerra commerciale in corso con la Cina, per fare affari con Huawei è necessaria una licenza speciale, garantita caso per caso dall’amministrazione americana: Huawei per ora ne ha ricevuta una di tre mesi per continuare a ricevere i servizi di Google.

La “guerra fredda tecnologica” non inizia ora

(Justin Sullivan/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.