• Mondo
  • giovedì 23 Maggio 2019

La nuova banconota da 20 dollari con il ritratto della leader anti-schiavitù Harriet Tubman sarà rimandata di alcuni anni

La nuova banconota da 20 dollari con il ritratto della leader anti-schiavitù Harriet Tubman sarà rimandata di alcuni anni, ha detto mercoledì il segretario del Tesoro statunitense Steven Mnuchin. L’idea di aggiungere il volto di Tubman a quello dell’ex presidente Andrew Jackson sulle banconote da 20 dollari era stata presa dal predecessore di Mnuchin, durante l’amministrazione di Barack Obama. Tubman è stata una delle più importanti leader anti-schiavitù prima e durante la Guerra civile nell’Ottocento: nata in condizioni di schiavitù, aiutò centinaia di schiavi a sfuggire ai loro padroni, trovando rifugio negli stati che avevano già abolito la schiavitù o all’estero in Canada e Messico.

Mnuchin ha detto che la decisione è stata presa perché il suo Dipartimento vuole concentrarsi su altre questioni, ma Donald Trump aveva spesso criticato la decisione di ridisegnare la banconota da 20 dollari inserendo il ritratto di Tubman, parlando di una decisione figlia del “politicamente corretto” (il volto di Jackson sarebbe rimasto, sul retro della banconota). Secondo il New York Times, il rinvio è stato deciso per evitare le critiche che sarebbero seguite a una cancellazione totale del progetto, ma non è chiaro se Trump abbia avuto direttamente a che fare con essa. È probabile che la banconota con il volto di Tubman non venga quindi introdotta fino alla fine della presidenza Trump.

Harriet Tubman in una foto d'epoca