• Mondo
  • giovedì 23 maggio 2019

Secondo gli exit poll delle elezioni europee nei Paesi Bassi, il Partito Laburista è in testa col 18 per cento dei voti

Sono usciti gli exit poll dalle elezioni europee nei Paesi Bassi, il primo paese europeo a votare (insieme al Regno Unito, dove i seggi chiuderanno alle 23 italiane). Secondo la rilevazione, realizzata dall’istituto Ipsos, il Partito Laburista (di centrosinistra) sarebbe in testa col 18,4 per cento dei voti.

Sarebbe un risultato inaspettato: stando ai sondaggi, il primo posto dovevano giocarselo il partito euroscettico Forum per la Democrazia (FvD) e quello centrista del primo ministro Mark Rutte, che invece sono dati rispettivamente al quarto e al secondo posto. Il Partito Laburista è anche quello di Frans Timmermans, candidato presidente della Commissione Europea del Partito Socialista Europeo, di cui fa parte anche il Partito Democratico italiano. Sempre secondo Ipsos l’affluenza sarebbe stata del 40 per cento, in aumento di quasi tre punti rispetto alle elezioni europee del 2014.

I risultati ufficiali saranno diffusi soltanto alle 23 di domenica 26 maggio, quando chiuderanno gli ultimi seggi in tutta Europa.

(Carl Court/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.