• Mondo
  • venerdì 10 Maggio 2019

Anna Sorokin, la finta ereditiera accusata di aver compiuto truffe per più di 200mila dollari, è stata condannata a una pena da 4 a 12 anni di carcere

Anna Sorokin, una donna accusata negli Stati Uniti di aver compiuto truffe per circa 270mila dollari fingendosi una ricca ereditiera, è stata condannata a una pena che va da un minimo di 4 a un massimo di 12 anni, la durata sarà decisa anche in base al suo comportamento. Sorokin, che è in carcere dall’ottobre del 2017, è stata giudicata colpevole di truffa aggravata e furto da un tribunale di New York per aver raggirato banche, ristoranti, hotel e diverse persone dell’alta società di Manhattan.

La donna è nata in Russia nel 1991 e si è trasferita negli Stati Uniti solo nel 2016, facendosi chiamare Anna Delvey. Lì aveva iniziato a frequentare hotel e ristoranti di lusso e, fingendosi una ereditiera tedesca con un patrimonio di 67 milioni di dollari in Europa, era riuscita a ottenere ingenti prestiti dalle banche e a condurre una vita ben al di sopra delle sue possibilità, utilizzando assegni a vuoto e documenti contraffatti. Sono in produzione due serie tv sulla sua vita: una scritta da Shonda Rhimes per Netflix e una da Lena Dunham per HBO.

Una ricchissima ereditiera che non lo era

(AP Photo/Richard Drew)