• Mondo
  • giovedì 9 maggio 2019

Il governo libico di Fayez al Serraj ha sospeso le operazioni di 40 società internazionali, tra cui la francese Total

Il governo libico riconosciuto dalla comunità internazionale, guidato dal primo ministro Fayez al Serraj, ha sospeso le operazioni nel paese di 40 società internazionali, tra le quali c’è anche la Total, l’importante compagnia petrolifera francese. La decisione, spiega il Guardian, è arrivata dopo che il presidente Emmanuel Macron non ha voluto offrire un supporto esplicito a Serraj, dopo che i due si sono incontrati a Parigi. Ali Abdulaziz Issawi, il ministro dell’Economia del governo di Serraj ha detto che la decisione è arrivata perché erano scadute le licenze delle società per operare nel paese, e che ora avranno tre mesi per presentare nuove richieste.

Cosa sta facendo la Francia in Libia

AP Photo/Ronald Zak
TAG: ,

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.