• Mondo
  • lunedì 6 maggio 2019

È esplosa un’autocisterna in Niger, ci sono almeno 58 morti

Un’autocisterna che trasportava carburante si è ribaltata ed è esplosa vicino all’aeroporto di Niamey, la capitale del Niger, provocando la morte di almeno 58 persone. Molte delle persone coinvolte dall’esplosione si erano avvicinate all’autocisterna dopo il ribaltamento – avvenuto in un tentativo di parcheggio – allo scopo di prendere il carburante; sembra che l’esplosione sia stata innescata dalle scintille della motocicletta di una delle persone arrivate sul posto. Un testimone oculare ha detto all’Agence France-Presse: «Poco prima di mezzanotte sono uscito e ho visto l’autocisterna ribaltata. La gente arrivava da ogni angolo per prendere la benzina. Poi a un certo punto ho visto del fuoco ed è esploso tutto». Le persone ferite sono almeno 37. Il presidente del Niger, Mahamadou Issoufou, ha visitato alcuni feriti in ospedale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.