• Mondo
  • venerdì 3 maggio 2019

Il fondatore di una grande azienda farmaceutica americana è stato condannato in un processo legato alla “crisi degli oppioidi”

John Kapoor, fondatore ed ex amministratore delegato dell’azienda farmaceutica Insys Therapeutics, è stato condannato in un processo che aveva a che fare con la crisi causata dalla recente diffusione di farmaci oppioidi e droghe affini ((gli oppioidi sono prodotti in maniera sintetica; gli oppiacei, come la morfina, sono derivati dell’oppio, il lattice che si estrae dal papavero officinale). Kapoor è stata condannato insieme ad altre quattro persone della sua azienda per aver dato tangenti ad alcuni dottori in modo che prescrivessero farmaci non necessari ai loro pazienti. È nato in India e fondò la Insys Therapeutics nel 1990, facendola negli anni diventare una società multimiliardaria. Kapoor rischia fino a 20 anni di carcere.

 

 

AP Photo/Steven Senne, File

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.