• Mondo
  • martedì 30 aprile 2019

La polizia francese ha emesso 447 multe nei primi nove mesi dall’entrata in vigore di una legge contro le molestie e gli insulti sessuali in pubblico

La polizia francese ha emesso 447 multe per molestie e insulti sessuali in luogo pubblico da quando è entrata in vigore la nuova legge in materia, cioè ad agosto 2018. La prima multa era stata fatta appena un mese dopo l’entrata in vigore del provvedimento ad un uomo di 30 anni che era salito ubriaco su un autobus a Draveil, poco a sud di Parigi, e aveva toccato il sedere a una ragazza di 21 anni, facendo commenti sgradevoli e pesanti sul suo aspetto fisico.

La legge sanziona i comportamenti considerati una minaccia per la sicurezza delle donne nei luoghi pubblici: complimenti pesanti sull’aspetto fisico, fischi, proposte insistenti, pedinamenti e tentativi di bloccare il passaggio in strada. Prevede multe fino a 750 euro, che possono arrivare a 1.500 euro in caso di circostanze aggravanti e 3.000 per i recidivi. I commenti inopportuni in strada – complimenti, fischi e commenti sull’aspetto fisico – sono proibiti e sanzionati anche in altri paesi, come l’Argentina e il Portogallo.

(FRANCK PENNANT/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.