Il regista statunitense John Singleton, che era tenuto in vita artificialmente da due settimane dopo un infarto, sarà lasciato morire

Aggiornamento delle 23.00: John Singleton è morto dopo la disattivazione dei sistemi che lo tenevano in vita. La notizia è stata confermata dalla sua famiglia.

***

Il regista statunitense John Singleton, che era tenuto in vita artificialmente da due settimane dopo aver avuto un infarto, sarà lasciato morire lunedì, ha fatto sapere la sua famiglia. Singleton, che ha 51 anni, era diventato molto famoso nel 1991 con il suo film di debutto Boyz n the Hood – Strade violente, che aveva ricevuto una nomination per l’Oscar al Miglior film. Singleton aveva poi diretto diversi film, tra cui il sequel di Fast and Furious, 2 Fast 2 Furious, e recentemente aveva prodotto e diretto la serie tv Snowfall per il canale statunitense FXDa quasi due settimane, dopo un grave infarto, Singleton era tenuto in vita artificialmente in un ospedale di Los Angeles, dove viveva.

John Singleton (Tommaso Boddi/Getty Images)