• Italia
  • domenica 28 Aprile 2019

Un treno Frecciarossa Brescia-Napoli è stato soppresso perché secondo il capotreno i due macchinisti erano ubriachi

Il treno Frecciarossa 9604 delle 5:17 in partenza da Brescia e diretto a Napoli di domenica 28 aprile è stato soppresso in seguito alla segnalazione del capotreno, che aveva notato comportamenti insoliti da parte dei macchinisti. Un alcol test effettuato dalla Polizia ferroviaria di Brescia con la Polizia stradale ha portato a rilevare un livello sopra i limiti per uno dei due macchinisti, mentre il secondo ha chiesto di essere portato in ospedale per fare lì i test. I circa 65 passeggeri non sono mai stati fatti salire sul Frecciarossa e hanno raggiunto la stazione di Milano Centrale con un treno regionale, per poi proseguire su un altro Frecciarossa verso Napoli.

Trenitalia ha diffuso una nota ammettendo che “dopo avere accertato la non idoneità dell’equipaggio alla conduzione del treno” si è deciso di non farlo partire. La società spiega che “lo stringente e articolato sistema di controlli […] si è rivelato pienamente efficace”. Trenitalia dispone periodicamente verifiche con controlli preventivi e a sorpresa per i suoi equipaggi. Secondo l’azienda un caso come quello di Brescia non si era mai registrato in precedenza. Trenitalia si è riservata di verificare: “Eventuali violazioni degli obblighi contrattuali e della deontologia professionale e si riserva di adottare tutti i provvedimenti del caso”.

(ANSA)